Top 10 poesie americane del 20 ° secolo (Libri) (2023)

Penso che sia giusto dire che i poeti americani hanno davvero dominato la scena della poesia nel 20 ° secolo. Alcune delle poesie più notevoli e rivoluzionarie provengono da poeti statunitensi che vivono dentro o fuori casa. Di seguito è riportato un campionario del lavoro di 10 tra le più grandi poesie americane del 20 ° secolo.

1. la Zona Contaminata - T S Eliot

Eliot è nato americano, si è trasferito nel Regno Unito nel 1914 (all'età di 25 anni), e divenne un soggetto britannico nel 1927 all'età di 39 anni.

Aprile è il mese più crudele, l'allevamento
Lillà fuori dalla terra morta, mescolando
Memoria e desiderio, mescolando
Radici opache con pioggia primaverile.
L'inverno ci ha tenuto al caldo, coprendo
Terra nella neve dimentica, alimentazione
Un po 'di vita con tuberi secchi.
L'estate ci ha sorpreso, arrivando allo Starnbergersee
Con una pioggia di pioggia; ci siamo fermati nel colonnato,
E andò alla luce del sole, nell'Hofgarten,
E bevve un caffè e parlò per un'ora.

Leggi il resto qui

Dai a un amico il dono della cultura! Comprali T. S. Eliot: Poesie raccolte, 1909-1962 su Amazon.com!

2. Ululato - Allen Ginsberg

Ginsberg è meglio conosciuto per Howl (1956), un lungo poema sull'autodistruzione dei suoi amici della Beat Generation e su ciò che vedeva come le forze distruttive del materialismo e della conformità negli Stati Uniti dell'epoca.

Ho visto le menti migliori della mia generazione distrutte da
pazzia, affamata isterica nuda,
trascinandosi attraverso le strade del negro all'alba
cercando una soluzione arrabbiata,
hipsters angelheaded che bruciano per l'antico celeste
collegamento alla dinamo stellata nella macchina
di notte,
che povertà e stracci, occhi vuoti e alti seduti
fumare nell'oscurità soprannaturale di
appartamenti di acqua fredda che galleggiano attraverso le cime delle città
contemplando il jazz,
chi ha scoperto il loro cervello in Paradiso sotto l'El e
vide gli angeli maomettani barcollare su tene-
tetti illuminati,
che ha attraversato le università con radiosi occhi freddi
allucinante tragedia Arkansas e Blake-light
tra gli studiosi di guerra,
che sono stati espulsi dalle accademie per matti e
pubblicando odi osceni sulle finestre del
cranio…

Leggi il resto qui

3. Papà - Sylvia Plath

Assieme ad Anne Sexton, Plath è accreditato nel promuovere il genere della poesia confessionale che Robert Lowell e W.D. Snodgrass hanno avviato.

Non lo fai, non lo fai
Ancora, scarpa nera
In cui ho vissuto come un piede
Per trent'anni, povero e bianco,
A mala pena audace o Achoo.

Papà, ho dovuto ucciderti.
Sei morto prima che avessi tempo
Marmo pesante, una borsa piena di Dio,
Statua orribile con un dito del piede grigio
Grande come un sigillo Frisco

E una testa nell'Atlantico bizzarro
Dove si riversa il fagiolo verde sul blu
Nelle acque al largo della bellissima Nauset.
Ero solito pregare per riprenderti.
Ach, du.

Leggi il resto qui

4. L'uomo delle nevi - Wallace Stevens

Il primo libro di poesie di Stevens, Harmonium, è stato pubblicato nel 1923. Ha prodotto altri due libri di poesia più importanti durante gli anni '20 e '30 e altri tre negli anni '40. Ha ricevuto il National Book Award nel 1951 e nel 1955.

Bisogna avere una mente d'inverno
Per considerare il gelo e i rami
Degli alberi di pino ricoperti di neve;

E ho avuto freddo per molto tempo
Vedere i ginepri irrorati di ghiaccio
Gli abeti rossi ruvidi nel luccichio distante

Del sole di gennaio; e non pensare
Di ogni infelicità nel suono del vento,
Nel suono di poche foglie,

Qual è il suono della terra
Pieno dello stesso vento
Quello sta soffiando nello stesso luogo nudo

Per l'ascoltatore, che ascolta nella neve,
E, niente se stesso, ecco
Niente che non sia là e niente che sia.

5. Questo è solo per dire - Carolos Williams

Il dott. William Carlos Williams (a volte noto come WCW) (17 settembre 1883 - 4 marzo 1963), era un poeta americano strettamente associato al modernismo e all'imagismo. Williams ha un teatro intitolato a lui nella sua città natale Rutherford, chiamato "The Williams Center"

ho mangiato
le prugne
che erano dentro
la ghiacciaia

e che
tu eri probabilmente
Salvataggio
per colazione.

Perdonami
erano deliziosi
Così dolce
e così freddo.

6. Da qualche parte non ho mai viaggiato, volentieri oltre - E E Cummings

Edward Estlin Cummings (14 ottobre 1894 - 3 settembre 1962), popolarmente noto come E. E. Cummings, era un poeta, pittore, saggista e drammaturgo americano. Il suo corpus di opere comprende oltre 900 poesie, diverse opere teatrali e saggi, numerosi disegni, schizzi e dipinti, oltre a due romanzi.

da qualche parte non ho mai viaggiato, volentieri oltre
qualsiasi esperienza, i tuoi occhi hanno il loro silenzio:
nel tuo gesto più fragile sono le cose che mi circondano,
o che non posso toccare perché sono troppo vicini

il tuo più piccolo sguardo mi schiuderà facilmente
anche se mi sono chiuso come dita,
apri sempre il petalo dal petalo mentre Spring si apre
(toccando abilmente, misteriosamente) la sua prima rosa

Leggi il resto qui

Viaggia attraverso tutti i versi classici di E.E. Cummings con E. E. Cummings: Complete Poems, 1904-1962 su Amazon.com!

7. Le persone, sì - Carl Sandburg

Carl August Sandburg (6 gennaio 1878 - 22 luglio 1967) fu un poeta, storico, romanziere, ballerino e folclore americano. Nacque a Galesburg, Illinois, da genitori svedesi e morì nella sua casa, chiamata Connemara, a Flat Rock, nel North Carolina.

La gente sì
Le persone vivranno.
Le persone che imparano e si aggirano vivranno.
Saranno ingannati e venduti e venduti nuovamente
E torni alla terra nutriente per gli appoggi,
Le persone così peculiari nel rinnovamento e nella rimonta,
Non puoi ridere della loro capacità di prenderlo.
Il mammut riposa tra i suoi drammi ciclonici.

Leggi di più qui

8. Fermarsi da Woods in una sera nevosa - Robert Frost

Il lavoro di Frost ricorreva spesso a temi della vita rurale del New England, utilizzando l'ambiente per esaminare complessi temi sociali e filosofici. Poeta popolare e spesso citato, Frost è stato onorato frequentemente durante la sua vita, ricevendo quattro premi Pulitzer.

Di chi sono questi legni, penso di saperlo.
La sua casa è nel villaggio però;
Non mi vedrà fermarsi qui
Guardare i suoi boschi riempirsi di neve.
Il mio cavallino deve pensarlo strano
Fermarsi senza una fattoria vicino
Tra i boschi e il lago ghiacciato
La sera più buia dell'anno.
Dà una scossa ai campanelli delle cinture
Per chiedere se c'è qualche errore.
L'unico altro suono è lo sweep
Di vento facile e fiocchi di roverella.
I boschi sono adorabili, scuri e profondi.
Ma ho delle promesse da mantenere,
E miglia da percorrere prima di dormire,
E miglia da percorrere prima di dormire.

9. Shine, Perishing Republic - Robinson Jeffers

John Robinson Jeffers (10 gennaio 1887 - 20 gennaio 1962) era un poeta americano, noto per il suo lavoro sulla costa centrale della California. La maggior parte della poesia di Jeffers è stata scritta in forma narrativa e epica classica, ma oggi è anche conosciuta per il suo breve verso e considerata un'icona del movimento ambientalista.

Mentre questa America si deposita nella forma della sua volgarità, fortemente ispessita
all'impero
E protesta, solo una bolla nella massa fusa, schiocca e sospira, e il
la massa si indurisce,
Sorrido tristemente, ricordo che il fiore si affievolisce per fare frutti, la frutta marcisce
fare terra
Fuori dalla madre; e attraverso le esultanze primaverili, la maturità e la decadenza;
e casa della madre.
Stai affrettando la decadenza sul decadimento: non è biasimevole; la vita è buona, ostinatamente
lungo o improvvisamente
Uno splendore mortale: le meteore non sono necessarie meno delle montagne:
splendere, repubblica perante.
Ma per i miei figli, vorrei che mantenessero la loro distanza dall'ispessimento
centro; corruzione
Non è mai stato obbligatorio, quando le città giacciono ai piedi del mostro
sono lasciate le montagne.
E i ragazzi, si trovano in un nulla così moderato come l'amore per l'uomo, un servitore intelligente,
maestro insopportabile.
C'è la trappola che cattura gli spiriti più nobili, quello catturato - dicono -
Dio, quando camminò sulla terra.

10. Per l'Unione morta - Robert Lowell

Robert Lowell (1 marzo 1917 - 12 settembre 1977), nato Robert Traill Spence Lowell, IV, era un poeta americano le cui opere, di natura confessionale, si impegnavano con le domande della storia e sondavano gli oscuri recessi del sé. È considerato generalmente tra i più grandi poeti americani del ventesimo secolo.

Il vecchio acquario di South Boston si erge
in un Sahara di neve ora. Le sue finestre rotte sono imbarcate.
Il baccalà di bronzo ha perso metà delle sue scaglie.
I serbatoi ariosi sono asciutti.

Una volta il mio naso strisciava come una lumaca sul vetro;
mi formicolava la mano
per far scoppiare le bolle
alla deriva dal naso del pesce intimidito e schivo.

Leggi il resto qui

Devo dare una punta di cappello a Ezra Pound che è brillante, ma gli avvocati della sua tenuta lavorano molto duramente per assicurarsi che la sua poesia non sia disponibile su Internet.

Tag Technorati: letteratura, poesia

Jamie Frater

Jamie è il proprietario e direttore editoriale di Listverse. Trascorre il suo tempo lavorando sul sito, facendo ricerche per nuove liste e collezionando stranezze. È affascinato da tutte le cose storiche, inquietanti e bizzarre.


Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Fredrick Kertzmann

Last Updated: 03/18/2023

Views: 6039

Rating: 4.6 / 5 (66 voted)

Reviews: 81% of readers found this page helpful

Author information

Name: Fredrick Kertzmann

Birthday: 2000-04-29

Address: Apt. 203 613 Huels Gateway, Ralphtown, LA 40204

Phone: +2135150832870

Job: Regional Design Producer

Hobby: Nordic skating, Lacemaking, Mountain biking, Rowing, Gardening, Water sports, role-playing games

Introduction: My name is Fredrick Kertzmann, I am a gleaming, encouraging, inexpensive, thankful, tender, quaint, precious person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.